Tirreno - Lega Pro

Tra 5 secondi verrai rindirizzato alla diretta completa. Se non vuoi attendere clicca qui

Tirreno - Lega Pro Live

http://iltirreno.gelocal.it/regione/2014/08/03/news/il-campionato-di-lega-pro-minuto-per-minuto-1.9702771|*| URL evento: NON cancellare |*|


  • GAVORRANO L'allenatore dei maremmani sarà costretto a rivoluzionare l'attacco. Il centravanti Cristian Brega è infatti out: la tacchettata al polpaccio rimediata a Pontedera lo terrà ai box; fuori anche Leonardo Bruni: il difensore negli allenamenti ha rimediato uno stiramento. La formazione dunque cambierà là davanti. Potrebbe essere l'occasione per inserire dal primo minuto l'ultimo arrivato Matteo Merini. 

    PISTOIA Quarto derby consecutivo per la Pistoiese che, smaltita la sbornia del successo all'ultimo tuffo con il Prato, si appresta a sfidare il più quotato Pisa nel catino dell'Arena Garibaldi (fischio d'inizio ore 16, 30) per la 12ª giornata di Serie C girone A. Probabile conferma del 3-5-2 visto nelle ultime due uscite, con Tartaglione tra Hamlili e Luperini e la coppia Vrioni-Ferrari in avanti. 

    PRATO Il Prato cercherà l'impresa contro il Piacenza. Alle 16,30 al Mannucci di Pontedera la formazione di Catalano, molto rimaneggiata, cercherà di trovare i tre punti contro i biancorossi emiliani. Saranno assenti come previsto il difensore Daniele Ghidotti insieme ai centrocampisti Nicola Guglielmelli e Ludovico Gargiulo. E' stato recuperato Polo e rientra Tchanturia (convocato nell'under 20 della Georgia come Alastra ) e dovrebbe giocare subito accanto a Piscitella e Tommaso Ceccarelli che con i suoi 6 gol all'attivo (2 su rigore) nella classifica marcatori è al secondo posto in coabitazione con Murilo del Livorno e dietro a Ragatzu dell´Olbia a quota 8 centri (4 su rigore).
  • SIENA Il vantaggio del Livorno a inizio ripresa con Vantaggiato, il pareggio del Siena a 5' dalla fine che profumava di beffa, poi l'incredibile zampata ancora di Vantaggiato a pochi secondi dalla fine. E lì è davvero venuto giù lo stadio. Perché ieri, a Siena, si sentivano solo i livornesi: 1400 cuori amaranto stipati e mai così fieri. 

    PISA Il tecnico Michele Pazienza si presenta senza sbilanciarsi troppo sul Pisa che oggi affronta la Pistoiese. Forse anche per le assenze impreviste in difesa (Carillo più Ingrosso) che lo costringono a cambiare i piani tattici in extremis. In difesa Sabotic resta titolare, mentre Birindelli torna dal primo minuto. L'adeguamento del modulo, dal varo del 3-4-3 al ritorno al 4-4-2 (visto ad Alessandria), comporta il possibile utilizzo di Di Quinzio sulla linea di centrocampo, con Eusepi e Masucci davanti. 

    PONTEDERA Nel Pontedera il pacchetto arretrato è confermatissimo, con Contini protetto da Risaliti, Vettori e Frare. A centrocampo dovrebbe esserci l'impiego di Calcagni come laterale destro, con Corsinelli a sinistra. Mediana affidata a Caponi, affiancato da Spinozzi e Gargiulo. In attacco Pinzauti e Pesenti. Out Grassi, Posocco e Bonaventura, infortunati.
  • CARRARA Lunedì sera contro l'Alessandria non ci sarà Accursio Bentivegna. La giovane ala domenica scorsa era uscita dolorante dopo appena un quarto d'ora di gioco. Insieme a Bentivegna, resterà ai box anche Giovanni Foresta. 

    PISTOIA Per un De Cenco che scalpita e pare pronto per tornare a giocare, almeno qualche minuto, c'è un Romeo Papini ancora fermo ai box. A Pisa non ci sarà, per la quarta partita consecutiva senza di lui, e molto probabilmente anche per l'infrasettimanale di mercoledì prossimo al "Melani" contro il Siena. 

    PRATO In casa biancazzurra mister Pasquale Catalano è alla prese con tante defezioni. L'unica nota positiva è il ritorno in gruppo del difensore Polo mentre ai box per domenica ci saranno il difensore Ghidotti uscito malconcio per una botta dal derby di Pistoia, Giglielmelli e Gargiulo. Cavagna anche lui non è al massimo e Badan aveva la febbre. Ci sarà dopo la squalifica l'attaccante Tchanturia ma per Catalano le scelte sono obbligate. Per risolvere il problema del gol la società ripone grandi speranze nel rientro di Simone Corazza (è quasi pronto, forse può giocare già domenica col Prato). Per la sfida infrasettimanale con la Lucchese mancherà inoltre il portiere Fabrizio Alastra che è stato convocato nella Nazionale Under 20 che affronterà la Germania a Chemnitz giovedì 9 novembre (ore 18).
  • GAVORRANO Problemi di formazione per il Gavorrano alla vigilia della gara a Monza. Il centravanti Cristian Brega e il difensore Leonardo Bruni quasi certamente non saranno del match: 

    VITERBO Per due volte i rossoneri, che perdono per infortunio muscolare dopo 20' dall'inizio il perno difensivo Capuano rilevato da Maini con Espeche che va a fare il centrale, vanno in vantaggio. Ma non riescono ad amministrarlo e a causa di qualche ingenuità di troppo consentono la doppia rimonta ai nervosi padroni di casa che non conquistano tre punti a domicilio ormai da oltre un mese.
  • LIVORNO Non prendere gol è il primo diktat di giornata: se il buon Pulidori resta imbattuto, siamo a più di metà dell'opera.Sottil va dritto col 4-3-3 ma pensa di spostare Murilo trequartista e riportare Valiani a sinistra, per il resto l'unico dubbio è in mezzo al campo tra le geometrie di Giandonato e i muscoli di Bruno. L'adrenalina sale. Perché poi, per noi, giocare contro la Juve o contro il Siena cambia poco. L'amore è per la maglia. E se stasera la indossano 11 leoni, ci sarà da divertirsi. 

    PISA Possibile il varo del 3-4-3 con un ritorno nel tridente a sinistra di Mannini. Masucci ed Eusepi i favoriti per le altre due maglie in avanti, con Giannone e Negro prime alternative. Tante le opzioni a centrocampo, compreso l'esterno Filippini, ma è probabile che per una gara offensiva sia di nuovo il turno di Di Quinzio, senza però escludere altre sorprese. La seconda opzione è riproporre il 4-4-2 stile Alessandria con Filippini basso a sinistra e Birindelli di nuovo titolare a destra. In difesa Ingrosso è pronto per una maglia di titolare. 

    PONTEDERA Giornata di vigilia per il Pontedera di Ivan Maraia, che domani pomeriggio alle 16,30 affronterà in trasferta i rossoneri del Pro Piacenza. Un test di maturità per alcuni giocatori in cerca di continuità, come Lorenzo Pinzauti e Francesco Corsinelli, o di ulteriori conferme, come Andrea Caponi e Vettori.
  • CARRARA Per la Carrarese è ora di archiviare la beffa di Lucca e concentrarsi sul prossimo appuntamento ovvero il "Monday night" di lunedi prossimo 6 novembre quando allo stadio dei Marmi alle 20.45 arriverà l'Alessandria. 

    PISTOIA la Pistoiese ha ingaggiato lo svincolato Enea Sanna, difensore, ex Imolese e Fiorentina Primavera.
  • GAVORRANO Prosegue la preparazione del Gavorrano in vista della trasferta di domenica a Monza. Mister Favarin avrà a disposizione tutta la rosa convocata per la sfortunata trasferta di Pontedera. Il giudice sportivo, ha infatti ratificato solo l'entrata in diffida del difensore rossoblù Riccardo Cretella. Una curiosa decisione riguarda invece Federico Conti, multato di 3. 000 euro per comportamento gravemente e reiteratamente offensivo verso l'arbitro durante la gara amichevole di agosto con la Pianese. 

    LUCCA Un esame di maturità da affrontare come sempre a testa alta. Dopo la grande vittoria in rimonta con la Carrarese al termine di un derby entusiasmante che riconcilia con il calcio e che ha fatto sognare i tifosi rossonero ecco che all'orizzonte compare una delle formazioni più forti del campionato: la Viterbese Castrense del vulcanico Piero Camilli.. Come al solito Lopez punterà sulla manovra corale, sullo spirito di gruppo e sulle capacità di Fanucchi, vero leader in campo e fuori di questa squadra che non finisce mai di stupire.
  • LIVORNO Per quanto riguarda la difesa, in settimana è tornato ad allenarsi Pedrelli. La difesa a 4 sarà composta da Morelli, Pirrello, Gasbarro e Franco, Luci e Franco a centrocampo, Valiani sicuro titolare, in attacco Vantaggiato e Doumbia sulla fascia destra 

    PISA Per Michele Pazienza la sfida di domenica contro la Pistoiese all'Arena rappresenta l'esordio casalingo sulla panchina nerazzurra. L'enigma principale da sciogliere per Pazienza sarà quello difensivo: insistere sulla difesa a tre come a Piacenza oppure tornare allo schieramento a quattro. In difesa Sabotic ha ben impressionato a Piacenza, ma la concorrenza è alta: Ingrosso è completamente recuperato e potrebbe contendere, indipendentemente dal modulo, una maglia a Carillo o allo stesso Sabotic. Se si giocherà a quattro possibile un rilancio di Birindelli ed un arretramento di Filippini. A centrocampo bisogna capire come sarà utilizzato Mannini. Davanti Eusepi e Masucci vanno verso la riconferma. 

    PONTEDERA Dopo la vittoria riportata nell'ultimo turno contro i grossetani del Gavorrano di Giancarlo Favarin, rimontato dalla formazione pontederese nel corso della ripresa dopo lo svantaggio con l'uno due targato da Corsinelli e Pesenti in soli cinque minuti, il Pontedera si è tirato fuori dalla zona rossa della classifica, appollaiandosi a quota nove punti. Il Pontedera può e deve, dunque, approfittarne: il momento positivo dei granata, condito dalle prestazioni (e dai gol) dei vari Lorenzo Pinzauti, autore dell'assist del sorpasso sul Gavorrano, e Francesco Corsinelli, come anche del capocannoniere della squadra, Massimiliano Pesenti, giunto a quota cinque gol in campionato e, tra l'altro, ex della prossima avversaria, può far sorridere i tifosi.
  • CARRARA Grande fibrillazione tra i tifosi per la settimana clou: dopo l'Alessandria, alle 20,45, arriverà anche il Pisa, il giovedì 9. Due partite in cui come sempre sarà fondamentale l'apporto dello straordinario pubblico azzurro 

    PRATO Contro il Piacenza il Prato, domenica alle 16, 30, inizierà un trittico di sfide decisive. Dopo la sconfitta nel derby la squadra di Catalano si è allenata a Coiano Santa Lucia, per arrivare al massimo ai prossimi appuntamenti e soprattutto per quello contro il Piacenza, che affronterà a Pontedera domenica pomeriggio, quindi la Lucchese in trasferta mercoledì 8 novembre alle 20, 30, ed infine con l'Arzachena, di nuovo al'Mannucci'la domenica successiva, 12 novembre. Il tecnico è sempre alle prese con le precarie condizioni di Polo e Gargiulo, situazioni alle quali si è aggiunta anche quella dell'altro difensore Ghidotti, uscito malconcio dal derby di Pistoia. Tornerà però dalla squalifica il georgiano Tchanturia, che contro il Piacenza potrà dunque riprendere il suo posto al centro dell'attacco dal quale manca dalla partita contro il Pisa.
  • GAVORRANO Ieri il Gavorrano sotto l'attenta guida di Giancarlo Favarin ha svolto doppia seduta di allenamento: al Malservisi-Matteini c'è da preparare la seconda trasferta consecutiva, in Brianza.A guardare il calendario dei prossimi incontri poi, dopo il match a Monza contro una squadra in forma reduce da tre vittorie e un pari nelle ultime cinque uscite (ha battuto in trasferta anche il Siena), il Gavorrano tornerà in campo mercoledì 8 novembre (in notturna ore 20, 30) contro l'Arezzo e di seguito gare sulla carta alla pari con gli avversari: a Cuneo, con la Carrarese e la Pro Piacenza in casa.
  • LUCCA La gara contro la Viterbese è già alle porte, in programma venerdì alle 20.45, anticipo programmato dalla Lega pro per esigenze televisive. Arrigoni è rimasto fermo a scopo precauzionale, ma il centrocampista non è in dubbio per la trasferta di Viterbo. In mezzo potrebbe esserci spazio per un ritorno da titolare di Mingazzini pronto per un ruolo nei tre di centrocampo. A destra Merlonghi dopo la bella prova contro la Carrarese e con Tavanti ancora out anche se ha lavorato in palestra. A sinistra la spinta di Cecchini in grande spolvero. In attacco spazio alla coppia Fanucchi-De Vena, con Bortolussi e Russo come prime alternative. In difesa confermati Espeche, Capuano e Baroni.
  • LIVORNO. Non ci sono contrattempi fisici, a parte il forfait di Mazzoni che per ora può fare soltanto il primo dei tifosi. Sta meglio Pedrelli che ormai ha smaltito quasi del tutto la lesione al vasto mediale destro e si sta allenando con i compagni. Il dubbio principale è in attacco dove il Livorno ha un certo Pasquale Maiorino che nelle ultime due partite è partito in panchina. La sensazione è che l'ex Cremonese si giochi una maglia con Murilo: se parte titolare lui, va a fare il trequartista e consente il ritorno di Valiani a sinistra dove è senza dubbio più a suo agio. 

    PISA Il Pisa ha trascorso il giorno di Ognissanti sul campo d'allenamento. Mister Pazienza, assieme al suo staff, ha infatti programmato una doppia seduta come tappa di avvicinamento al match di domenica prossima (ore 16. 30) contro la Pistoiese, primo impegno di una settimana intensa che vedrà il Pisa impegnato anche giovedì (ore 20. 30) a Carrara e la domenica seguente ancora all'Arena contro il Giana Erminio.
  • PISA Il Pisa è tornato al lavoro (tutti disponibili a San Piero) per iniziare a preparare il derby con la Pistoiese di domenica prossima, fischio d'inizio ore 16. 30, e intanto la società mette al suo posto un altro tassello per costruire il proprio futuro. Il Pisa ha infatti consegnato il progetto scritto in Comune per il restyling dello stadio e adesso inizia la valutazione tecnica della fattibilità. Il Pisa infatti ha stimato un investimento intorno ai 30 milioni di euro per la riqualificazione dell'area, con la ricostruzione nel sedime esistente di uno stadio nuovo interamente coperto e nuovi interventi urbanistici per migliorare la mobilità nel quartiere.
  • PONTEDERA Federico Vettori sembra vivere una seconda giovinezza, e Andrea Caponi nelle ultime partite ha sfoderato una serie di prove mostruose. E l'esplosione di Caponi, guarda caso, è andata di pari passo con il cambio di rotta della squadra. In un sistema di gioco come quello del Pontedera la figura del mediano è troppo importante e ormai anche i tifosi lo hanno capito bene. Se Caponi gira le cose vanno bene, se non lo fa è notte fonda. E Andrea si è preso la squadra sulle spalle, ha lavorato per portare al massimo la sua condizione atletica, e ora si è ritagliato il ruolo di trascinatore, nel vero senso della parola. L'esperienza di Vettori e lo strapotere di Caponi. Con bomber Pesenti sempre pronto a buttarla dentro.
  • PISTOIA Senza capitan Priola l'assetto della difesa della Pistoiese è leggermente cambiato nelle ultime uscite e, fra i protagonisti, c'è senz'altro Walter Zullo. L'ex Fano e Monza sta migliorando di settimana in settimana con una veste insolita per un difensore: essere il prescelto da Indiani per calci d'angolo e punizioni. Nuovo summit, nel pomeriggio di ieri, per capire cosa fare con Papini, ancora ai box. Niente di particolare, invece, per Claudio Zappa (out col Prato) mentre a Pisa potrebbe esserci il debutto, a partita in corso, di Caio De Cenco. Per prepararsi al match, domani la Pistoiese sosterrà una partitella di metà settimana alle 15 a Pistoia Ovest contro il Candeglia che gioca in Promozione.
  • CARRARA La disavventura del "Porta Elisa" brucia, ma non deve lasciare strascichi negativi. La lega, in relazione al posticipo per esigenze televisive della gara Carrarese-Alessandria di lunedì 6 novembre, ha disposto che la gara Carrarese-Pisa, inizialmente in programma per mercoledì 8 novembre, venga posticipata a giovedì 9 novembre, con inizio ore 20,30.Lega Pro, in merito ai fatti di Lucca. La Lega Pro con un comunicato diramato ieri ha informato che «in ordine ai fatti che si sono verificati all'inizio della partita Lucchese-Carrarese del 29 ottobre scorso, ha trasferito gli atti in suo possesso al Comitato Etico per le valutazioni in merito».
  • LUCCA Squadra anti Viterbese. Lopez confermerà la formazione che ha vinto in rimonta contro la Carrarese. Tavanti anche ieri non si è allenato e quindi contro la Viterbese non sarà disponibile. Da valutare le condizioni di Del Sante che potrebbe andare almeno in panchina.
  • PRATO La prossima settimana ci sarà un trittico di partite con il Prato che sarà impegnato domenica 5 novembre alle 16, 30 sul neutro di Pontedera contro il Piacenza, poi mercoledi sera (8 novembre) alle 20, 30 nel derby con la Lucchese al porta Elisa e la domenica successiva (12 novembre) la sfida al Mannucci con l'Arzachena alle 14, 30. Tre sfide determinanti per capire se la squadra riuscirà a trovare la quadratura e soprattutto punti pesanti. Il rientro di Tchanturia (squalificato a Pistoia) potrebbe dare quel peso offensivo determinante nel gioco biancoazzurro. Senza un giocatore prestante la squadra avversaria riesce a chiudere i due cursori esterni e il Prato si trova senza armi offensive. A centrocampo sarebbe importante il ritorno di Gargiulo anche se Guglielmelli ha fatto una buona partita da centrale con ai lati due giovanissimi come Bonetto e Marini. In difesa l'assenza di Polo è ben controbilanciata da Ghidotti.
  • PISTOIA Vincere un derby come quello che la Pistoiese ha portato a casa contro il Prato, imponendosi al 94' con la zuccata vincente di Juan Surraco che ha mandato in estasi una città intera, dovrà lasciare per forza sensazioni positive in vista dei prossimi impegni con altri due derby da giocare in quattro giorni contro Pisa e Robur Siena.
  • CARRARA È allarme rosso in difesa. Quella del "Porta Elisa" è stata una partita dai due volti: una prima fase favorevole alla Carrarese, seguita dalla rimonta della Lucchese. Grandi occasioni anche per arrivare al terzo gol, ma col passare dei minuti purtroppo sono riemerse le fragilità di una squadra che alle prime avversità ha perso il controllo della gara e favorito le contromosse dei rossoneri. La Carrarese ha subito 18 reti, che la rendono una delle difese più perforate della categoria. Per la precisione gli azzurri sono la terza peggior difesa della Serie C a pari merito col Modena. Hanno fatto peggio Prato e Gavoranno con 19 reti e Santarcangelo con 28.
  • LUCCA In vista della sfida in casa della Viterbese, anticipata a venerdì alle 20.30 e in onda su Rai Sport, non ci saranno Del Sante e Tavanti. L'attaccante ha riportato uno stiramento all'adduttore sinistro, uscendo anzitempo nella gara di ieri contro la Carrarese. Dovrà essere monitorato nei prossimi giorni e solo dopo un'ecografia nelle prossime 48 ore si definiranno i tempi di recupero. In forte dubbio anche Tavanti che anche ieri non si è allenato con la squadra. Lopez quindi darà ancora fiducia allo stesso undici che ha superato la Carrarese, con Merlonghi in grande condizione fisica, e Damiani preferito a Mingazzini.
  • PONTEDERA L'uomo della riscossa...che non ti aspetti. Francesco Corsinelli, esterno sinistro di centrocampo del Pontedera (di scuola Genoa), nelle ultime tre partite ha segnato altrettanti gol. Un ragazzo che nel futuro è sicuramente destinato a calcare altri palcoscenici; peccato soltanto che il Pontedera lo abbia in prestito secco e che non possa ricavare nulla dalla eventuale vendita. Detto questo Corsinelli è nel frattempo diventato imprescindibile, perché dal suo piede destro sono usciti gol di tutti i tipi: particolarmente bello il secondo, alla Del Piero, per iniziare la rimonta contro la Pistoiese.
  • PISA La notizia era ormai nell'aria e da ieri sera è ufficiale: Michele Pazienza non è più "supplente" ma titolare della panchina nerazzurra. Riprende oggi pomeriggio l'attività dei nerazzurri: Daniele Mannini e compagni ora dovranno affrontare un mini tour de force con tre partite ravvicinate, ovvero Pistoiese (domenica ore 16.30) e Giana Erminio all'Arena e nel mezzo il turno infrasettimanale in casa della Carrarese (oggi l'annuncio dello slittamento di questa gara infrasettimanale a giovedì 9). Tutti disponibili i nerazzurri, dopo il rientro di Ingrosso: nel match con gli orange sono molte le armi a disposizione visto che la squadra ha già provato in campo a cambiare sia in difesa che (ad Alessandria con successo, a Piacenza no) in attacco.
  • LIVORNO Il Livorno se la gode grazie ai gol di Murilo, ai guizzi vincenti di Doumbia, al ritrovato Vantaggiato e al lavoro oscuro di tutti gli altri. Da quello di Valiani, il Manny Tuttofare de noantri, alla sicurezza del ministro della difesa Gasbarro. Sì, se la gode, il Livorno e lo fa senza paura di finire la benzina come accadde l'anno scorso all'Alessandria di Braglia. Ma sì! Per una volta siamo ottimisti. Questo Livorno ci pare fatto di un'altra pasta. In primis perché sembra più umano di quell'Alessandria. Inoltre ha una panchina più lunga e una tifoseria carica. DOUMBIA OK. Buone notizie arrivano dall'infermeria. Ieri Doumbia ha effettuato dei controlli dopo il problema muscolare di domenica e non ci sono problemi.
  • 11° giornata
    PIACENZA – PISA 0-0 
    14.30 PONTEDERA-GAVORRANO 2-1; 
    16.30 GIANA ERMINIO-ALESSANDRIA 2-2; LIVORNO-PRO PIACENZA 3-0; PISTOIESE-PRATO 1-0; SIENA-MONZA 0-3
    20.30 AREZZO-VITERBESE 1-1; ARZACHENA-OLBIA 3-0; LUCCHESE-CARRARESE 3-2
  • PISTOIA Nella storia del Derby, quello scritto con la maiuscola dalle parti di Pistoia e Prato, alla voce "gol in pieno recupero" in favore della Pistoiese c'era, finora, il solo Graziano "Lupetto" Mannari che, al 92' della sfida giocata al "Comunale" nel 1995, piazzò un gran destro sotto il sette regalando una vittoria che aprì la strada alla promozione in Serie B degli arancioni, al termine di quell'annata. Da ieri, però, a fargli compagnia c'è Juan Surraco che al 94', con l'arbitro che da 10 secondi aveva già il fischietto in bocca per decretare la fine di un derby da 0-0, con un colpo di testa in tuffo regala 3 punti pesantissimi alla Pistoiese e condanna il Prato nel rush finale come già successo contro Livorno ed Alessandria.
  • LUCCA Il grande cuore della Lucchese, unito alla sagacia tattica del suo allenatore, regala il derby con la Carrarese grandi firme ai rossoneri al termine di 90 minuti tirati ed emozionanti in grado di riconciliare con il calcio. Finisce 3-2 per la formazione di mister Lopez che sotto di due reti dopo meno di 25 minuti riesce a ribaltare il risultato con la doppietta di uno scatenato Arrigoni e la sontuosa giocata vincente del magico Fanucchi, vero Re Mida della serie C in grado di trasformare in assist millimetrici o gol da antologia ogni pallone che tocca durante le partite.
  • LIVORNO Per la prima volta Sottil se l'è giocata con Murilo e Doumbia schierati insieme, e Valiani spostato nel ruolo di trequartista. Risultati? Mediocri nel primo tempo, con reparti lunghi, i due esterni che rientravano poco; devastanti nel secondo tempo, quando Murilo ha firmato il vantaggio e Doumbia ha chiuso la partita nel giro di 12 minuti. Il 3-0 l'ha firmato Vantaggiato in contropiede e così anche il Toro ha ritrovato il gol al Picchi dopo 199 giorni di digiuno. E ora via a rotto di collo con cinque partite di fuoco: Siena, Monza e Pisa fuori, Viterbese e Olbia in casa. Ovvero tutte le squadre tra secondo e sesto posto. 

    PONTEDERA Un primo tempo con poche emozioni a cui fa da contraltare una ripresa scoppiettante cominciata con una palla per Moscati che incrocia di potenza trovando il doppio palo e il tap-in vincente dell'ex Ponsacco Brega. Eccolo lo schiaffo che serve al Pontedera per svegliarsi e cambiare passo. Caponi allarga per Calcagni il cui centro al volo trova la girata rabbiosa di Corsinelli per il pareggio. E che da un lancio di Contini, la spizzata di Pinzauti metta Pesenti nelle condizioni di fare male agli ospiti: difesa della palla e diagonale vincente della punta che poco dopo è costretta a uscire per infortunio. 

    PISA Oggi la squadra nerazzurra riposerà, per ripartire poi domani con una settimana fitta di allenamenti. Ma Mannini e compagni chi troveranno a dirigerli? Dopo la gara di Piacenza, a quanto ci risulta, sono stati interrotti i sondaggi con altri allenatori e quindi Michele Pazienza, che aveva iniziato il suo incarico in sostituzione di Gautieri come tecnico ad interim, nelle prossime ore verrà ufficializzato come titolare della panchina a titolo definitivo e avrà un suo staff.
  • PISTOIA E’ il momento del derby tra Pistoia e Prato sta per scoccare. La sfida, sul campo di battaglia dello stadio Melani, infurierà dalle 16.30. Habemus De Cenco, finalmente. Almeno tra i convocati. Ma difficilmente l'attaccante scenderà in campo. Per il resto out Rafati, Priola e Papini, il cui recupero è sempre più un rebus. Venendo alla formazione, davanti a Zaccagno confermati Zullo, Nossa e Quaranta. Anche se Rossini scalpita ("E' in crescita" ha ammesso il mister). Resta da capire se sarà 3-4-2-1 (visto spesso al Melani) o 3-5-2: propendiamo per la prima ipotesi, con Tartaglione in panchina e Hamlili-Luperini in mezzo. In avanti nuova chance per Surraco e Zappa a supporto di Ferrari, con Vrioni arma da sfruttare a partita in corso. 

    PRATO. Al Melani i supporter pratesi saranno davvero pochi e considerando che la parte calda del tifo pratese ha abbandonato i colori lanieri da circa un anno in contestazione con la società, con pochi tagliandi venduti, si pronostica una cinquantina di presenze a Pistoia. In un momento dove la squadra avrebbe bisogno dei propri tifosi in primis per i risultati e poi per cercare di conquistare tre punti fondamentali per la salvezza. .Ci sarà come ex della partita il solo Giammario Piscitella in quanto Ludovico Gargiulo per i problemi alla schiena non è stato convocato così come il difensore Tommaso Polo oltre a Tchanturia che deve scontare una giornata di squalifica. Il Prato riproporrà la stessa formazione che ha giocato a Piacenza.
  • LUCCA Attacco contro difesa. Baldini contro Lopez. È questa una delle chiavi di lettura del match in programma oggi al Porta Elisa. Una sfida che mette uno contro l'altro due dei tecnici più stimati della categoria: hanno modi diversi di intendere il calcio (e probabilmente non solo quello) ma perseguono lo stesso obiettivo: fare gioco e soprattutto risultati. La Lucchese è chiamata dare una risposta sul campo alla brutta prestazione offerta la scorsa settimana contro il Gavorrano. Un successo tra le mura amiche (che manca dalla sfida di settembre col Pontedera) servirebbe a ridare un po' di serenità all'ambiente, in un momento delicato sul fronte societario. Davanti i rossoneri si troveranno una squadra vulcanica come il suo allenatore, forte e imprevedibile soprattutto da metà campo in avanti e con un seguito di 600 supporter. Il raggiungimento del risultato per i ragazzi di mister Lopez passa soprattutto dalla prestazione difensiva: se la linea arretrata rossonera riuscirà a resistere agli assalti degli apuani, la Lucchese potrebbe davvero far felici i suoi tifosi.
  • GAVORRANO Oggi pomeriggio a Pontedera il Gavorrano vuole continuare la striscia dei risultati positivi che hanno portato entusiasmo e morale. Favarin sta pensando seriamente di riproporre lo stesso modulo e gli undici che ha centrato la prima vittoria.Davanti a Salvalaggio, capitan Salvadori (l'hombre del partido contro la Lucchese) con ai fianchi Ropolo e Cretella, con quest'ultimo sempre più calato nel ruolo di difensore centrale come lo ha visto il mister dai primi allenamenti, anche per le qualità di impostazione che può dare. La linea di centrocampo con il rientro di Vitiello sembra ben assortita, e lì davanti potrebbe essere confermato il tandem Brega-Malotti con Lombardi terzo incomodo.
  • PONTEDERA Pontedera - Gavorrano è un match che può fare la differenza sul breve e sul lungo periodo per entrambe le compagini, accomunate da un periodo di risalita dopo un inizio di campionato veramente preoccupante. Ecco la lista dei convocati redatta da mister Maraia: Biggeri, Borri, Calcagni, Caponi, Cassani, Contini, Corsinelli, Ferrari, Frare, Gargiulo, Marinca, Mastrilli, Pandolfi, Paolini, Pesenti, Pinzauti, Risaliti, Romiti, Spinozzi, Tofanari, Vettori. Come si vede non ci sono né Posocco né Grassi: il primo, infortunatosi giovedì mattina, sarà costretto a saltare la sfida contro il Gavorrano.
  • PISA Da un allenatore ad un altro, oscillando rapidamente fra moduli diversi e tra opposti atteggiamenti tattici, il nuovo Pisa deve trovare la propria, compiuta, identità. I nove giorni, che separano la trasferta di Piacenza dal derby con la Pistoiese, saranno provvidenziali per mettere ordine fra il Pisa di Gautieri ed il dopo-Gautieri. Servirà molto lavoro per completare una riconversione, paragonabile a quella che Raimondi e soci affrontarono nell'estate 2007, passando dalle mani del pratico Piero Braglia a quelle dello spumeggiante Giampiero Ventura. Sembra dunque probabile che a breve la società assegni a Pazienza un "suo" staff (sono stati esonerati, con Gautieri, i suoi collaboratori Cincione, Righi e Volpe) e la crisi tecnica venga considerata conclusa.
  • LIVORNO Vantaggiato guiderà l'assalto al Pro Piacenza con la voglia matta di impallinare i rossoneri. Chance in difesa Morelli (in attesa del rientro di Pedrelli, sempre tra i migliori nelle prime partite del campionato), Pirrello, Gasbarro e Franco.In mezzo Giandonato è favorito su Bruno per giocare al fianco di Luci. Dietro Vantaggiato non sembrano in discussione i titolari delle corsie esterne. A destra giocherà Doumbia, che tra l'altro ha segnato due gol nelle ultime due uscite, e dalla parte opposta il "dottor" Francesco Valiani. Dietro al Toro, dal sottopassaggio dovrebbe spuntare Maiorino che non gioca dal primo minuto dalla partita con l'Arezzo e che ora è pronto per dare il suo contributo determinante tra le linee.
  • PIACENZA Fase difensiva ottima, attacco mai lucido: finisce 0-0 la gara esterna col Piacenza e il Pisa non riesce a prendersi il terzo posto solitario nell'anticipo del venerdì sera. Il Pisa si è presentato al Garilli forte di una striscia positiva di 9 gare, con la difesa meno battuta di tutto il calcio italiano (3 reti, Petkovic imbattuto da 255') e con due vittorie nelle ultime tre trasferte, contro una squadra allergica al pareggio fra le mura amiche. I biancorossi locali hanno dovuto adattare il modulo alle necessità, passando alla difesa a 4 dato che due centrali difensivi su tre erano fuori causa; Pisa con la difesa a tre e la rinuncia a Birindelli, con Mannini e Filippini a spingere sulle fasce. In attacco, Eusepi avrebbe dovuto beneficiare della vicinanza di Giannone e Masucci in un 3-4-2-1, ma il reparto ha fatto un passo indietro rispetto ad Alessandria. 

    GAVORRANO Dopo un avvio piuttosto complicato (sette sconfitte nelle prime sette partite disputate), la squadra rossoazzurra ha conquistato quattro punti negli ultimi due match: pareggio prestigioso contro il Pisa all'Arena Garibaldi e successo casalingo contro la Lucchese la settimana scorsa. L'attacco, con sole quattro marcature, è il peggiore del campionato assieme a quello dell'Alessandria, mentre la difesa (17 i goal subiti) ha fatto meglio solo del Prato. 

    PONTEDERA Sale l'attesa in casa Pontedera per il prossimo turno di campionato di serie C. Dopo il pareggio dell'ultimo turno contro gli arancioni della Pistoiese guidati dall'ex Paolo Indiani, i granata ricevono a domicilio il neopromosso Gavorrano di mister Giancarlo Favarin. Per quanto riguarda l'aspetto tattico, Maraia dovrebbe riconfermare gli undici della scorsa settimana, visto anche l'improbabile impiego dal primo minuto di Grassi, appena recuperato dal recente infortunio, che sarà sostituito da Pinzauti, a segno anche contro la Pistoiese.
  • PISA Difficile che Pazienza, almeno in avvio, cambi qualcosa rispetto alla sfida del Moccagatta. Quindi largo al 4-4-2 con la difesa confermata in blocco e un centrocampo con De Vitis e Gucher come coppia centrale. A sinistra dovrebbe esser confermato Di Quinzio ma è pronto anche Maltese che in passato ha giocato spesso in quel ruolo e con quello schema. Capitan Mannini a destra pronto ad affiancarsi agli attaccanti in fase di spinta in quello che qualcuno considera un 4-3-3 mascherato. In avanti Masucci e il redivivo Eusepi vanno verso la conferma. Scalpita anche Maikol Negro che potrebbe essere molto utile in corsa, così come lo stesso Giannone. 

    PONTEDERA Il Pontedera si avvicina al match salvezza col Gavorrano recuperando quasi tutti gli infortunati di lungo corso. Paolini è un potenziale titolare, che potrebbe giocare nei ruoli di Gargiulo o Spinozzi. In via di recupero anche Nicolò Tofanari, altro giovane, di ruolo esterno destro. Tofanari è anch'egli, come Paolini, reduce da noie al ginocchio. Infine Gianluca Romiti, che è tornato già in panchina e che sta crescendo di condizione. Insomma i granata di mister Maraia si avvicinano al match casalingo col Gavorrano (domenica, ore 14,30) con l'infermiera quasi deserta, salvo il rebus Grassi, la cui presenza o meno è destinata innegabilmente a fare la differenza.
  • PISTOIA Allenamenti a ranghi finalmente compatti per la Pistoiese in vista del derby di domenica. A completa disposizione, finalmente, sia Romeo Papini che Caio De Cenco. Per quanto concerne la formazione, mister Indiani non dovrebbe cambiare granché rispetto al pareggio di Pontedera anche se in difesa rimane aperto il ballottaggio Rossini-Zullo mentre in attacco potrebbero esserci di nuovo due attaccanti "veri", ovvero Ferrari e Vrioni, a discapito di Surraco. Sembra non decollare, al momento, la prevendita del match con soli 100 biglietti venduti e 3 nel settore ospiti.

    PRATO Allenamento mattutino ieri sul sintetico del Coiano Santa Lucia per il Prato che è atteso domenica dal derby con la Pistoiese. Fermi il difensore Polo ancora alle prese con l'infortunio e il difensore francese Demoleon. Hanno svolto lavoro differenziato i centrocampisti Gargiulo e Fantacci. Il tecnico Catalano ha lavorato sul piano tecnico tattico con un lavoro specifico per i vari reparti. In difesa dovrebbe essere confermato a destra Ghidotti con la coppia centrale composta da Marzorati e Martinelli e Badan sulla corsia sinistra. Recuperato anche il terzino sinistro Seminara che domenica potrebbe tornare tra i convocati. A centrocampo con Gargiulo e Fantacci in dubbio, il tecnico laniero ha lavorato con Bonetto, Cavagna e Guglielmelli. Il tridente di attacco dovrebbe essere confermato con Orlando punta centrale supportato da Piscitella e Ceccarelli che sta attraversando un buon momento con le sei reti messe a segno (vice capocannoniere del campionato).
  • GAVORRANO Il Gavorrano rinforza l'attacco. L'ultimo colpo di mercato porta il nome di Matteo Merini, 29enne svincolato, che ieri pomeriggio è già sceso in campo al Matteini-Malservisi per svolgere il suo primo allenamento .Probabile la convocazione già per la trasferta a Pontedera di domenica. Intano la società ha comunicato che Giovanni Langella è diventato allenatore in seconda di Giancarlo Favarin, con Federico Callai come preparatore dei portieri.
  • LIVORNO Allenamento pomeridiano al centro Coni per gli amaranto in vista della partita di domenica con il Pro Piacenza (alle 16,30 al Picchi). Come anticipato ieri, ci sono buone probabilità che Giandonato sia preferito a Bruno nel doppio ruolo di interdittore-regista e che Maiorino sia utilizzato al posto di Montini dietro a Vantaggiato. Difficile invece vedere Pedrelli anche solo in panchina, visto che per tutta la settimana il terzino bolognese si è allenato a parte. Intanto prosegue la convalescenza Mazzoni dopo l'intervento chirurgico all'occhio di mercoledì pomeriggio.
  • PRATO Nella sfida di domenica prossima tra Pistoiese e Prato sarà assente l´attaccante biancoazzurro, Roman Tchanturia, squalificato per una giornata. Per quanto riguarda la rosa in graduale miglioramento il centrocampista Ludovico Gargiulo. Nel match pareggiato con la Pro Piacenza mister Catalano ha dato spazio a Cavagna che ha risposto presente ed ha fatto una discreta partita. Da valutare infine le condizioni di Tommaso Fantacci e Tommaso Polo entrambi assenti nella partita di domenica, ma in via di recupero.

    PISTOIA Sarà un derby da capitano per Zaccaria Hamlili: rientrato dall'infortunio muscolare nel momento in cui Priola si è fermato per due mesi, toccherà a "Zac" guidare la Pistoiese nella sfida di domenica col Prato. «Sappiamo bene il valore di questo match - dice - però ce la metteremo tutta come sempre perché non è una partita come le altre. A Pontedera non avevo i 90' nelle gambe e quindi il mister mi ha tolto, alla luce anche del giallo preso. Ripartiamo dopo una gara nella quale, forse, ci siamo abbassati troppo nel secondo tempo ma non vedo problemi di natura fisica».
  • PISA Fiducia a Michele Pazienza, almeno fino a domani sera allo stadio Garilli. Sarà quindi ancora il giovane tecnico arrivato dalla Berretti, fresco di patentino, a sedersi sulla panchina del Pisa nell'anticipo in casa del Piacenza (ore 20,45 con diretta Tv su Sportitalia) dove i nerazzurri saranno seguiti da circa 400 tifosi. Il 4-4-2 di partenza ha funzionato, stavolta però non è escluso l'utilizzo di una difesa a tre fin dall'inizio, provata nella mezz'ora finale domenica scorsa con Sabotic al fianco di Lisuzzo e Carillo. 

    PONTEDERA Dopo il successo sul Piacenza e il pareggio in rimonta con la Pistoiese, nel posticipo di lunedì sera per i l Pontedera c'è all'orizzonte una sfida di vitale importanza in ottica salvezza. Domenica alle 14,30 al Mannucci arriva il Gavorrano per quella che si annuncia come una gara assolutamente da vincere, anche se non priva di insidie.
  • LUCCA Una sola vittoria al Porta Elisa in questa stagione. Il derby di domenica contro la Carrarese, insomma, sarà l'occasione per cancellare l'imbarazzante prestazione di Grosseto col Gavorrano e tornare ad "espugnare" il Porta Elisa che nella stagione passata era stato un punto di forza nella cavalcata verso i playoff. Intanto Lopez recupera i difensori Capuano e Baroni e anche l'attaccante Del Sante. Probabile rientro di Nolè a centrocampo nel 3-5-2. In difesa quindi si ricompone il terzetto titolare con Espeche e Baroni ai lati e Capuano che torna a guidare il pacchetto arretrato.
  • GAVORRANO Il buon momento in casa Gavorrano dopo la prima vittoria in campionato, è certificato anche dalla crescita costante dei tanti giovani calciatori della rosa. Ragazzi prelevati da tutto lo Stivale dal direttore generale Filippo Vetrini, per un progetto basato più sulla voglia di affermarsi che sull'esperienza, con i ragazzi che hanno un passato fra settori giovanili importanti e una carriera da affrontare con coraggio. Nelle ultime uscite molti di questi ventenni si sono messi in mostra, dando un contributo concreto alla causa.
  • LIVORNO È ancora presto per parlare di formazione, ma c'è la sensazione che si vada verso la conferma della squadra che domenica scorsa ha iniziato il secondo tempo con la Giana Erminio. Sono quindi in rialzo le azioni di Giandonato (per Bruno) a centrocampo e di Maiorino per Montini. TORNA ARMENIA. Domenica prossima torna all'Ardenza Paolo Armenia anche se al momento è squalificato. L'ex dg del Livorno che qui ha trascorso cinque anni intensissimi ha assunto lo stesso incarico nella Pro Piacenza, seconda squadra della sua città. Sarà un piacere rivedere una persona che al Livorno ha voluto molto bene.
  • PISTOIA Dopo otto minuti del match contro il Pontedera, con la Pistoiese avanti 2-0 nel monday night del Mannucci, la strada verso il derby contro il Prato pareva tutta in discesa. Ritorno alla vittoria dopo una lunga astinenza, 130 tifosi pistoiesi in festa nel settore ospiti e una bella botta di entusiasmo per far impennare le presenze al Melani nella sfida più sentita della stagione. E invece puf, al triplice fischio questo roseo scenario si era già dissolto: i granata raddrizzavano la sfida e per poco non trovavano anche la vittoria, mentre gli arancioni continuavano a mancare l'appuntamento con il bottino pieno (ultimo successo datato 8 settembre ad Arezzo). 

    PRATO I biancazzurri hanno ripreso gli allenamenti nel Sussidiario del Lungobisenzio in vista del derby di domenica alle 16.30 contro la Pistoiese e si prepareranno sempre il pomeriggio ad esclusione di giovedì dove l'allenamento è previsto per la mattina e il sabato quello di rifinitura. Il Prato è sempre in fondo alla classifica con 6 punti, gli stessi del Pontedera che ha impattato proprio con gli arancioni nell'ultima giornata. Dietro solamente il Gavorrano. Non ci sarà l'attaccante, Romani Tchanturia, squalificato per una giornata. Assente ma in graduale miglioramento il centrocampista Ludovico Gargiulo. Da valutare infine le condizioni di Tommaso Fantacci e Tommaso Polo entrambi assenti nella partita di domenica, ma in via di recupero.
Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform