Tirreno - Lega Pro

Tra 5 secondi verrai rindirizzato alla diretta completa. Se non vuoi attendere clicca qui

Tirreno - Lega Pro Live

http://iltirreno.gelocal.it/regione/2014/08/03/news/il-campionato-di-lega-pro-minuto-per-minuto-1.9702771|*| URL evento: NON cancellare |*|


Opzioni

Dimensione carattere
Commenti del visitatore
Suoni
Traduci post e commenti.
Crea un commento
  • PISA Oggi il Pisa fa lo spettatore, interessato soprattutto alla prestazione del Livorno che alle 16,30 affronta in casa l'Olbia, con l'obiettivo di allungare a +9 sulla seconda in classifica, il Siena che in questo turno riposa (gli amaranto lo hanno già fatto). Domani Mannini e compagni saranno protagonisti, al "Garilli" col Pro Piacenza (alle 20,45, diretta tv su Raisport). De Vitis torna fra i convocabili, ma è difficile dire se Pazienza lo rischierà, Negro non sarebbe al meglio, Cernigoi è alle prese con un problemino muscolare. È probabile che si insista con una difesa a tre, che potendo contare sui titolari Lisuzzo, Ingrosso e Carillo dà solidissime garanzie. 

    PONTEDERA Aver recuperato capitan Vettori dopo lo stop nel turno infrasettimanale col Cuneo, insieme allo stato di grazia di alcuni come Caponi, Pinzauti e Corsinelli, sono elementi che fanno ben sperare non solo lo staff, ma tutta la tifoseria. Nota storta è l'infortunio patito nella giornata di ieri dal centravanti principe della formazione pontederese, Massimiliano Pesenti che, infatti, non scenderà in campo: un problema al retto femorale della gamba destra terrà fuori il numero 9 granata, che si sottoporrà ad accertamenti a inizio settimana.
  • GAVORRANO Dopo il tour de force con tre partite in otto giorni, il Gavorrano nel quindicesimo turno della serie C, sfida allo Zecchini una lanciatissima Carrarese: Favarin sarà costretto nuovamente a cambiare di nuovo formazione. Al rientrante capitan Salvadori (ha scontato il turno di squalifica) al centro della difesa, assente invece Cretella, fermato per un turno. A centrocampo probabile la conferma di Conti, con il modulo che dovrebbe essere dunque il 3-5-2, stante le assenze certe di Brega e Bruni; e in avanti accanto a Merini potrebbe giostrare Moscati, con Malotti comunque pronto.
  • LIVORNO Sottil l'ha definita una «partita strategica». Se il Livorno l'affronta con il piglio giusto è già un pezzo avanti. Dinanzi però c'è una squadra che gioca a memoria con il suo 4-3-2-1, che contempla Ogunseye vertice alto, ariete che apre gli spazi per gli inserimenti mortiferi di Ragatzu. Tra gli amaranto, vista l'assenza di Pirrello, conferma per il blocco difensivo visto a Monza. In mezzo, considerando anche il forfait di Bruno, il play Giandonato sarà preferito a Gemmi accanto a Luci, mentre Maiorino potrebbe giocare dal primo minuto nella speranza che il suo rendimento lieviti. Livorno-Piacenza, posticipata alle 20,45 di lunedì 18 dicembre, e Lucchese-Livorno, spostata invece alle 20,45 di lunedì 22 gennaio, saranno trasmesse in diretta tv da Rai Sport.
  • OLBIA La vittoria del cuore, del carattere, ma soprattutto dell'intelligenza tattica. Perché ad Olbia, contro la neo promossa Arzachena rivelazione del campionato, aveva strappato i tre punti soltanto la Viterbese il 3 settembre scorso. La Lucchese compie davvero un'impresa e scala la classifica sino ad acciuffare un insperato quarto posto nonostante l'assenza di almeno sei titolari (Capuano, Nolé, Del Sante, Damiani, Bortolussi e Mingazzini che per onor di firma ha giocato gli ultimi 270 minuti più i 4 di recupero). Fanucchi, il trentaseienne fantasista della Lucchese con la doppietta messa a segno in terra sarda diventa il bomber rossonero stagionale e aspira legittimamente anche in questa annata calcistica ad andare in doppia cifra.
  • PRATO Il Prato cerca il terzo risultato utile consecutivo contro la Giana Erminio dopo i pareggi con la Lucchese (0-0) e l'Arzachena (2-2). La squadra di Catalano non avrà più la presenza di Cavagna che ha fatto una scelta di vita e degli infortunati, l'unico che molto probabilmente riuscirà a recuperare sarà Guglielmelli. Polo e Ghidotti sono ancora ai box mentre è tornato l'attaccante Tchanturia dalla nazionale Under 21 del suo paese ma non si allena con la squadra da due settimane. Per mister Catalano un assemblaggio non facile ma lo spirito deve essere quello del secondo tempo con l'Arzachena dove la squadra è riuscita a recuperare due gol.
  • PISTOIA Mister Indiani vuole dare ulteriore continuità al pareggio di Viterbo e tornare a far punti al "Melani" visto che la Pistoiese è reduce, in casa, dal ko col Siena e dalla precedente vittoria al 94' contro il Prato. Inoltre, in questo duello si affrontano decima ed undicesima della classe e quindi, anche se per tanti è prematuro parlarne, è uno scontro diretto per provare a rimanere ancorati al trenino che si giocherà poi l'accesso ai playoff.Il Piacenza si presenta al "Melani" con diversi problemi che mister Franzini deve risolvere ed una società in subbuglio nei confronti della classe arbitrale, visto che proprio domenica nella sfida interna con la Carrarese pareggiata per 1-1 ci sono stati episodi contestati. Sui 18 punti conquistati finora, i biancorossi ne hanno riportati a casa 7 dalle trasferte vincendo nell'ultima occasione utile col Prato per 1-4. Per il momento, però, in città non pare esserci particolare fermento: a ieri pomeriggio venduti una cinquantina di biglietti in Curva Nord ed un centinaio in tribuna.
  • CARRARA La Carrarese si prepara alla seconda trasferta consecutiva, che domani la vedrà impegnata sul terreno dello "Zecchini" a Grosseto (ore 18,30) contro il Gavorrano di Giancarlo Favarin, che guidò la squadra azzurra nella lontana stagione 2001-02. Giancarlo Favarin, ma non solo. Oltre all'allenatore, sul versante del Gavorrano tra gli ex Carrarese troviamo anche una figura importante per il recente passato della squadra azzurra. Quella dell'attaccante Matteo Merini, che a Carrara ha lasciato il segno, giocando oltre quattro stagioni, dal gennaio 2011 al 2015, con la maglia della Carrarese.
  • LUCCA Una Lucchese a raghi ridottissimi in Sardegna cerca un'altra impresa per allungare la striscia positiva di quattro giornate dopo le vittorie contro Carrarese ed Alessandria ed i pareggi con Viterbese e Prato. Una gara che si presenta insidiosa, vuoi per l'Arzachena, squadra rognosa e temibile tra le mura del Nespoli di Olbia sul campo in sintetico, vuoi per le numerose assenze che hanno falcidiato la squadra rossonera (Capuano, Nolé, Damiani, Del Sante, Bortolussi, Palumbo, Strada). Mingazzini è tra i convocati, ma è quasi impossibile che parta tra i titolari con Lopez che deve ridisegnare lo schieramento lanciando Cardore (favorito su Federico Russo) dal primo minuto come interno di sinistra con Merlonghi a destra ed Arrigoni centrale davanti alla difesa formata da Maini, Espeche e Magli con Tavanti e Cecchini esterni. In attacco Fanucchi e De Vena.
  • GAVORRANO Domani potrebbe essere lui a guidare l'attacco del Gavorrano, ma per Mattia Merini la sfida contro la Carrarese non può essere una partita qualsiasi. Sì, perché l'attaccante trentenne romano è un ex, sicuramente senza il dente avvelenato, anzi. Merini infatti ha passato buona parte della sua carriera sotto le Apuane, ben cinque anni, e contro i gialloblù gli farà sicuramente un certo effetto giocare e vederseli di fronte.Il Gavorrano di Giancarlo Favarin ha però bisogno di punti per schiodarsi dall'ultimo posto in classifica e magari fare un bello scherzetto alla formazione di Silvio Baldini sarebbe, oltre che ad una bella soddisfazione per lo stesso Merini, anche una boccata d'ossigeno e di morale per tutta la truppa maremmana.
  • PISA Niente deroga per il derby: solo 8600 posti, poco più di 400 dei quali destinati ai tifosi ospiti e divieto ai residenti nella provincia di Livorno di acquistare i biglietti di altri settori. Prima del derby, però, c'è Pro Piacenza-Pisa, in programma lunedì alle 20.45 al Garilli. Ed è a quella partita che deve pensare la squadra. Ieri pomeriggio Mannini e compagni si sono allenati a San Piero a Grado; Pazienza spera di recuperare De Vitis a centrocampo, ma non è scontato che l'ex sampdoriano ce la faccia.
  • LIVORNO Ieri gli amaranto si sono allenati con la valvola della concentrazione chiusa a tripla mandata. Il 'martello' Sottil ha continuato a battere sulla tattica e sul 4-2-3-1 che ha trascinato il Livorno in testa alla classifica. Contro l'Olbia dovremmo vedere un Livorno molto vicino a quello che domenica ha iniziato la partita di Monza. Accanto a Gasbarro Gonnelli. A centrocampo, invece, rispetto a domenica scorsa è previsto un avvicendamento: dentro Giandonato per Gemmi. Nessuna novità invece in attacco. Sulle corsie esterne sono insostituibili Doumbia e Valiani, mentre dietro Vantaggiato il ruolo di rifinitore dovrebbe essere appannaggio di Maiorino.
  • MONTECATINI Termina 1-1 l’amichevole fra Montecatini e Pistoiese. Gli orange si schierano con Biagini tra i pali e quindi Nossa, Dosio, Luka, Afelbai, De Cenco, Boggian, Tempesti, Sadotti, Tartaglione e Sanna. Ritmo buono, agonismo ed ospiti subito avanti grazie alla conclusione vincente di De Cenco, uno fra più positivi degli arancioni. Fedi, ex di turno, pareggia i conti trovando lo spiraglio giusto per superare Biagini dalla corta distanza. Il pallino del gioco resta in mano, come da copione, alla compagine di Indiani ma si va all'intervallo sull'1-1. Nella ripresa, solita girandola di sostituzioni. Nella fila arancioni entrano Quaranta, Vrioni, Minardi, Lastrucci, Zullo, Moscardi, Palmieri e Mulas. La Pistoiese finisce in crescendo ma il risultato non cambia.
  • LUCCA Una Lucchese ridotto all'osso quella che è partita per la Sardegna in vista della sfida di domani alle 14.30 al Nespoli di Olbia contro l'Arzachena. Anche Nicola Mingazzini si va ad aggiungere alla lista dei sicuri assenti: Capuano, Nolé, Damiani, Del Sante e Bortolussi. Tutti calciatori che staranno fuori fino alla sosta dell'8 dicembre, saltando le prossime tre gare. Poi i rossoneri il 10 dicembre, alla penultima giornata, osserveranno il turno di riposo. Manna dal cielo per tirare il fiato. L'emergenza infortuni continua e Giovanni Lopez è costretto a fare la conta, ma la Lucchese non si perde d'animo. Anche contro la scorbutica formazione sarda, tra gli attacchi più prolifici, si cercherà di fare risultato per allungare la striscia positiva in chiave playoff.
  • CARRARA Si avvicina la sfida contro il Gavorrano (domenica alle 18,30 a Grosseto) e questa settimana a tirare le fila è il terzino Tommaso Tentoni che parte proprio dalle ultime sfide ravvicinate: «Le nostre prestazioni in questa dura serie di partite sono state sicuramente positive, nonostante la fatica degli impegni ravvicinati e la forza degli avversari affrontati si è vista una Carrarese tosta e compatta capace di tenere testa a tre signore squadre. Per quanto riguarda i risultati siamo soddisfatti ma solo a metà, c'è infatti grande rammarico per la sconfitta contro il Pisa dettata da alcuni episodi sfortunati, però il calcio è fatto anche di questo e noi dobbiamo lavorare per limare quei dettagli che consentono di evitare questo tipo di situazioni e l'unico modo per farlo è allenarsi duramente durante la settimana e seguire le indicazioni dell'allenatore cercando di migliorarci sia come squadra che come singoli».
  • GROSSETO <<Nessuno degli infortunati sarà disponibile. Brega ha ripreso ad allenarsi ma non ce la farà, così come Bruni che inizierà la preparazione solo la prossima settimana. Con la squalifica di Cretella (raggiunta la quinta sanzione di cartellini gialli e dunque stop per un turno) e il rientro di Salvadori non credo che ci saranno sostanziali cambiamenti». Queste le parole del mister Giancarlo Favarin in conferenza stampa.
  • PONTEDERA Per domenica, la presenza in campo di capitan Vettori dal primo minuto sembra scontata. Con lui Luigi Grassi, che dopo l'infortunio rimediato in vista del match contro il Livorno di un mese e mezzo fa, ha dovuto cedere il posto a Pinzauti nel reparto offensivo. L'ex giocatore della Spal, probabilmente, siederà in panchina, ma sarà titolare nella partita di Coppa al Mannucci alle 18. 30.Due rientri importanti dunque, che serviranno al Pontedera: soprattutto l'esperienza sia di Vettori che di Grassi tornerà utile in questo momento cruciale della stagione.
  • PISA Clamorosa decisione della curva Nord, «sofferta ma ovvia», spiegano: non entrare allo stadio in Pisa-Livorno, «derby farsa». Questo, naturalmente se nei prossimi giorni (oggi il Gos, lunedì la Commissione di vigilanza) saranno confermate le decisioni di non ampliare la capienza della Curva Nord e del settore ospiti, «e continuerà - dicono gli ultras - ad essere ignorata la voce di coloro che del derby dovrebbero essere reali protagonisti oltre che spettatori: i tifosi».
  • LIVORNO Gli amaranto hanno svolto la classica partitella di metà settimana: squadre miste e inserimento di qualche elemento della Berretti Dall'amichevole, il tecnico di Venaria Reale ha preso importanti spunti per la formazione che scenderà in campo domenica. Giandonato è in gran forma ed è pronto a sostituire Bruno, fermo ai box per una distorsione alla caviglia, accanto a Luci. Con Pirrello che ancora non è al top, Sottil dovrebbe optare per Gonnelli che ieri ha fatto vedere ottime cose. In attacco, con Valiani e Vantaggiato sicuri del posto, si giocheranno due maglie da titolare Maiorino, Doumbia e Murilo.
  • LIVORNO La partita più attesa della stagione rischia giocarsi in uno stadio (semi) vuoto, senza striscioni, sfottò e soprattutto senza i tifosi organizzati. È questo il paradosso, non il solo, che si prospetta in vista del derby di andata tra Pisa e Livorno, in programma domenica 26 novembre alle 14,30 all'Arena Garibaldi. I primi ad annunciare lo sciopero sono stati i sostenitori amaranto che mercoledì dopo la decisione del questore di Pisa di mettere a disposizione degli ospiti poco più di 400 biglietti, hanno fatto sapere che «compreranno i tagliandi» (una parte dell'incasso dovrebbe andare in beneficenza per l'alluvione) ma non entreranno allo stadio. Ieri ecco la risposta dei gruppi organizzati della curva Nord nerazzurra, «sofferta ma ovvia», di non entrare all'Arena per un «derby farsa».
  • LUCCA Nuova tegola per la Lucchese, anche Samuele Damiani è ko. Gli esami ecografici hanno riscontrato un trauma al quadricipite femorale. Il centrocampista dovrà stare fuori almeno due settimane. Contro l'Arzachena ancora spazio a Mingazzini. Ancora ai box Capuano, Nolé, Del Sante e Bortolussi. Cinque assenze per mister Lopez che deve fare ancora di necessità virtù.

    PISTOIA Amichevole di metà settimana in arrivo per la Pistoiese che oggi alle 14,30 va a far visita al Valdinievole Montecatini: mister Indiani ha necessità di avere risposte convincenti da parte dei suoi, soprattutto per quanto riguarda il reparto di centrocampo in previsione dell'assenza di capitan Zaccaria Hamlili domenica che è squalificato. Altre opzioni aperte sono in difesa per capire se Quaranta tornerà titolare e se Surraco tornerà ad affiancare Ferrari, con De Cenco che si avvicina sempre di più ad uno stato di forma quasi perfetto. 

    PRATO Dopo una vita da mediano e soprattutto nel Prato Matteo Cavagna ha risolto consensualmente il rapporto con il Prato per iniziare una nuova strada a livello professionale. Intanto la squadra continua ad allenarsi in vista della sfida di domenica prossima con la Giana Erminio ed è ritornato ad allenarsi in gruppo il difensore Daniele Ghidotti dopo tre settimane di stop.
  • LIVORNO Come da programma ieri la squadra si è allenata di mattina e anche di pomeriggio. La prima parte è stata dedicata come sempre alla parte atletica con il lavoro che è stato svolto in palestra. Poi - dopo pranzo - tutti in campo per una spruzzata di tattica perché i meccanismi del 4-2-3-1 di Sottil è bene che siano oliati a puntino. Anche ieri hanno lavorato fuori dal gruppo Pirrello e Bruno. Domenica con l'Olbia, quindi, dovremmo rivedere Gonnelli al centro della difesa accanto a Gasbarro e a centrocampo Giandonato vicino a Luci con l'ex giocatore del Lanciano in vantaggio su Gemmi per la maglia di titolare al fianco del capitano. 

    PISA Anticipo del fischio d'inizio alle 14,30. E capienza confermata, dunque nessuna concessione verso un ampliamento del numero degli spettatori. Ancora nessuna comunicazione ufficiale, ma le richieste partite ieri dalla questura di Pisa all'indirizzo del Viminale sono già piuttosto precise e vanno in questa doppia direzione. Si delineano dunque le misure in materia di sicurezza per il derby Pisa-Livorno di domenica 26 novembre. Riguardo al campo, prima del derby ai nerazzurri resta una gara da giocare (e possibilmente vincere) lunedì 20 alle 20.45, diretta RaiSport, in casa della Pro Piacenza. 

    PONTEDERA Dopo la vittoria che ha rilanciato in classifica il Pontedera, quella per tre a zero contro il Piacenza Calcio, un altro successo, il secondo in serie dopo la vittoria in trasferta all'Artemio Franchi, potrebbe dare al campionato dei granata una dimensione diversa. Il Monza di mister Zaffaroni, nell'ultimo turno, ha costretto al pareggio il Livorno capolista, dimostrando una buona condizione fisica e una fase propositiva piuttosto pericolosa. A rendere ancor più insidiosa e imprevedibile la formazione brianzola è il suo rendimento in trasferta, non dissimile da quello casalingo, anzi: sui 20 punti sin qui conquistati, il Monza ne ha ottenuti metà al Brianteo e metà fuori casa.
  • LUCCA Quattro settimane di stop per Matteo Nolé. Il centrocampista e capitano rossonero tornerà in campo per l'ultima giornata del girone di andata contro il Pro Piacenza. Buone notizie invece per Jacopo Fanucchi uscito malconcio contro l'Alessandria. Sotto osservazione Samuele Damiani che non ha ancora smaltito i traumi della partita col Prato e quindi è possibile la conferma di Nicola Mingazzini nel ruolo di play a metà campo. Ancora ai box, oltre a Nolé, anche Bortolussi, Capuano e Del Sante. Per tutti se ne riparlerà dopo la sosta del 10 dicembre quando la Lucchese osserverà un turno di riposo. Cristian Tavanti e Mario Merlonghi invece sono sulla via del recupero, anche se non al meglio della condizione fisica e contro l'Arzachena saranno regolarmente in campo. 

    CARRARA Dopo Piacenza, la Carrarese è tornata al lavoro in vista della seconda trasferta consecutiva, questa volta contro il Gavoranno di Giancarlo Favarin. Nessuna squalifica per la Carrarese che comunque deve fare i conti con l'infortunio di Agyei. Restano poi sotto osservazione Foresta e Bentivegna per capire se possono tornare ad allenarsi a pieno regime col resto del gruppo ed essere impiegati contro il Gavorrano. Il resto della squadra sta bene, e non si segnalano altri grossi infortuni, a parte qualche postumo di normale routine dopo l'1-1 di Piacenza 

    PISTOIA Dopo aver rimesso in moto la classifica nella trasferta in casa della Viterbese, la Pistoiese adesso ha l'obiettivo di tornare alla vittoria che manca dal successo soffertissimo al 94' contro il Prato. Contro il Piacenza ci sarà un'assenza importante quella dell'attuale capitano Zaccaria Hamlili che gioca con la fascia al braccio visto l'infortunio di Priola: a Viterbo, infatti, l'ex Forlì ed Ancona era diffidato ed ha rimediato un altro cartellino giallo che lo ha portato alla giornata di squalifica. 

    PRATO Il Prato riprende gli allenamenti in vista della sfida di domenica alle 16,30 contro la Giana Erminio. Ai box ci sono ancora i difensori Polo e Ghidotti e i centrocampisti Guglielmelli, Gargiulo e Cavagna. L'unico che potrà essere della sfida sarà il georgiano Tchanturia che rientrerà dalla nazionale Under 21 del suo Paese.
  • LIVORNO Due giorni dopo la faticaccia di Monza gli amaranto sono tornati ad allenarsi in previsione dell'impegno casalingo con l'Olbia. Umore alto, ma massima concentrazione per il gruppo che si avvicina alla fase caldissima di questo intenso mese di novembre che vedrà i ragazzi di Sottil affrontare - oltre all'Olbia - il derby di Pisa. Dei tre giocatori che domenica a Monza hanno marcato visita - Pirrello, Bruno e Marchi - solo quest'ultimo è tornato in gruppo. Il centrocampista ha smaltito il fastidio muscolare accusato sul finire della scorsa settimana e quindi è di nuovo a disposizione anche se quest'anno non è ancora sceso in campo. 

    PISA «Chiediamo, pretendiamo, con forza, una soluzione, una deroga, una idea, chiamatela come volete: aumentate la capienza per domenica 26 novembre. Perché Pisa possa vivere il derby come merita, e perché chi si riempie la bocca costantemente di termini come sicurezza e ordine pubblico, non perda in un sol colpo ogni credibilità per colpa della burocrazia e della mancanza di coraggio». Così i gruppi della Curva Nord Maurizio Alberti, in un lungo comunicato in cui puntualizzano la loro posizione sul derby Pisa-Livorno. 

    PONTEDERA Grazie alla bella prestazione e al gol di Mastrilli, il Pontedera può ora affrontare con maggior serenità e minor pressione la partita contro il Monza. Il Monza non ha mai perso contro nessuna delle compagini che attualmente la precedono in classifica. Per la retroguardia granata, poi, osservato speciale sarà Luca Giudici, capocannoniere della formazione biancorossa che ha messo a segno 6 centri. 

    GAVORRANO In vista della sfida di domenica pomeriggio, ore 18,30 all'Olimpico Carlo Zecchini di Grosseto, il tecnico dei rossoblù Giancarlo Favarin dovrà fare ancora la conta degli uomini a disposizione. Per un Samuele Salvadori che rientra dal turno di squalifica, il giudice sportivo ha invece fermato sempre per una giornata Riccardo Cretella, incappato nella quinta ammonizione del campionato (nell'azione che ha portato al rigore, fallo di mano, poi parato da Salvalaggio.
  • PRATO Un pareggio che dà fiducia e soprattutto muove la classifica quello conquistato dal Prato contro l'Arzachena. Ora c'è bisogno del ritorno di qualche infortunato e la speranza è che Ghidotti o Polo possano recuperare anche perché Guglielmelli e Gargiulo sembra che debbano stare per un po' fermi il primo per un problema al menisco e il secondo alla schiena. Rientrerà Tchanturia che può dare cambio in zona offensiva e Catalano dovrà valutare anche l'inserimento dal primo minuto di Liurni che ha dimostrato voglia e tanta determinazione
  • CARRARA Con una Carrarese così sognare non è impossibile. L'1-1 del "Garilli" è il segnale che tutti aspettavano. Il Piacenza era una squadra da tenere in grande considerazione. Dopo un primo tempo difficile ed essere passata in svantaggio, nei secondi 45 minuti la Carrarese ha avuto la forza e sapersi risollevare, ha trovato le energie per rimediare, pareggiare con una super punizione di Tavano e finire in crescendo, sfiorando il colpo da tre punti. In tre partite giocate in sette giorni, la Carrarese ha centrato due risultati utili, portando a casa 4 punti, non è poco. La classifica oggi dice che la Carrarese è nel gruppone, con 20 punti e un quinto posto in coabitazione con Monza, Lucchese ed Arzachena.
  • GAVORRANO Un punto guadagnato o due persi? Il pareggio subito nel finale dal Gavorrano a Cuneo (1-1), maremmani in vantaggio grazie al penalty di Federico Conti (palla sotto la traversa) e in superiorità numerica all'alba del match, non è stato ben digerito in casa rossoblù..Daniel Salvalaggio è già proiettato sul prossimo match di domenica quando allo Zecchini, ore 18,30, arriverà la Carrarese: «Per me sarà una partita dal gusto particolare - sottolinea il portiere unionista - Carrara è la mia città, dove sono cresciuto, e gli stimoli per fare bene non mancheranno di certo. La Carrarese è una grande squadra con un attacco che fa tanti gol e con un allenatore importante come Silvio Baldini. Sono convinto che faremo bene anche se sarà difficile»

    LUCCA La Lucchese contro l'Alessandria ha gettato il cuore oltre l'ostacolo e superato una delle formazioni più forti del girone grazie a una prestazione superlativa per sacrificio, determinazione e compattezza, strappando 3 punti fondamentali che danno continuità alla vittoria sulla Carrarese e ai pareggi contro Viterbese e Prato. Nonostante una squadra falcidiata dagli infortuni (Capuano, Nolé, Del Sante, Bortolussi e Baroni rientrato dalla nazionale under 20) e una panchina cortissima.
  • LIVORNO Dopo il pareggio di Monza e la giornata di riposo di ieri, gli amaranto torneranno oggi pomeriggio al centro Coni di Tirrenia. Occhi subito puntati sull'Olbia, che nell'ultimo weekend ha riposato e domenica prossima (calcio d'inizio alle 16,30) arriverà al Picchi con l'etichetta della sorpresa, anche se è reduce dal pesante ko di Alessandria (4-0). Da valutare le condizioni di Pirrello, Bruno e Marchi, con il primo che potrebbe recuperare ed essere a disposizione di Sottil.

    PISA Nella partita contro la Giana lo spreco è sotto porta dove Masucci manca per due volte l'aggancio vincente sotto porta nei primi minuti, poi il Pisa - come era successo col Gavorrano - non sfrutta l'espulsione di Pinto al 19' st: quasi al 90' il solito Masucci (ottimo attaccante: se è arrivato tre volte al tiro, quattro considerando una bella rovesciata nel primo tempo, vuol dire che in area di rigore è un brutto cliente per gli avversari) trova lo stacco giusto su corner di Peralta ma la palla sorvola di un soffio la traversa. E così il giovanissimo Taliento, alla sua seconda partita da titolare in serie C, si salva. 

    PONTEDERA A cinque partite dal giro di boa, dunque, il Pontedera si trova a quindici punti in classifica e a più tre sulla zona playout. Posizione assolutamente privilegiata rispetto alle avversarie, e del tutto insperata nel primo mese di campionato. La risalita dei granata, in termini di risultati, non ha risparmiato neppure le cosiddette "big". Domenica sera vittoria in trasferta, la seconda consecutiva per il Pontedera, sul campo della seconda in classifica e tra le favorite per la vittoria finale.
  • 14^ giornata - domenica 12 novembre
    14.30 Piacenza-Carrarese 1-1, Prato-Arzachena 2-2, Cuneo-Gavorrano 1-1
    16.30 Arezzo-Pro Piacenza 1-1, Lucchese-Alessandria 2-1, Monza-Livorno 1-1, Pisa-Giana Erminio 0-0
    18.30 Viterbese-Pistoiese 1-1
    20.30 Siena-Pontedera 2-3
  • VITERBO La Pistoiese rialza la testa dopo la sconfitta nel derby con il Siena e conquista un meritato pareggio sul difficile campo della Viterbese, salendo a quota 16 punti in classifica. Al "Rocchi" finisce 1-1: i gialloblù passano in vantaggio in un primo tempo avaro di emozioni con Razzitti, gli arancioni rimettono le cose a posto con Ferrari (sesto sigillo stagione per l'argentino) in una ripresa tambureggiante. 

    PONTEDERA Il Prato (in esilio a Pontedera) con un grande cuore fa 2-2 con l'Arzachena e può essere contento di una prestazione a due facce, con un primo tempo disastroso dove l'Arzachena segna con Nuvoli al 12', con un tiro da 25 metri e raddoppia col colpo di testa di Vano dopo 10 minuti. Nel secondo tempo la formazione di Catalano si trasforma e accorcia con un bel tiro dal limite di Fantacci al 15' e pareggia con Liurni al 39'. L'attaccante pratese si libera dal limite e calcia forte sotto la traversa per il 2-2.
Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform