Tirreno - Calcio Uisp

Tra 5 secondi verrai rindirizzato alla diretta completa. Se non vuoi attendere clicca qui

Tirreno - Calcio Uisp Live

http://iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca/2015/04/02/news/il-calcio-uisp-minuto-per-minuto-1.11164479|*| URL evento: NON cancellare |*|

  • Punizione pericolosa a favore dello Strettoio
    Commenta ()
  • Occasione Bassa, Polini colpisce di testa su corner ma manda fuori
    Commenta ()
  • Da poco superato il decimo, sempre 0-0 tra Strettoio e Bassa
    Commenta ()
  • Occasione per il Bassa, palla in mezzo da corner deviata in angolo
    Commenta ()
  • Buona iniziativa di Gasparri per il Bassa bloccata sul nascere
    Commenta ()
  • STASERA I PLAYOFF: SEGUI LA DIRETTA SUL NOSTRO LIVEBLOG

    da Alessandro Marmugi

    Si parte. Stasera via alle fasi finali del campionato Uisp con i playoff di andata. Due i campi su cui saranno puntati i riflettori, Montelupo (Graziani e Monteboro). Sfide di altro livello nella città della ceramica si parte alle 20.45 con Strettoio Pub-Bassa, alle 22.15 invece è la volta di Ponzano-Ferruzza.
    Big match anche a Monteboro, alle 20.45 ecco Real Isola-Rosselli, alle 22.15 Bar Ariston- La Fonte. Segui in diretta sul blog le gare di Montrelupo, con aggiornamenti anche di quello che succede a Monteboro
    Commenta ()
  • Partiti è iniziata Strettoio-Bassa
    Commenta ()
  • Tutto è pronto per l inizio del primo playoff tra Bassa e Strettoio Pub

    Commenta ()
  • Ancora poche ore... E poi sarà sfida play-off...
    I nostri ragazzi sono concentrati.. Compatti.. Uniti e affiatati per poter raggiungere l'unico obiettivo.. VINCERE!!

    Ore 20.45 - stadio Montelupo "Graziani"
    BASSA ESSECLUB - LO STRETTOIO PUB

    È richiesta massiccia presenza dei nostri supporters
    Commenta ()
  • Agonizzanti in un letto fra molti anni da adesso,siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni che avrete vissuto a partire da oggi,per avere l'occasione,solo un'altra occasione di tornare qui sul campo ad urlare ai nostri avversari che possono toglierci ogni vittoria ma non ci toglieranno mai l' Amore per te!!

    Commenta ()
  • fbexternal-a.akamaihd.net L' Unione Sportiva Scalese-La Scala fa gli auguri a tutti di una felice pasqua. Dopo l'abbondante pranzo di oggi, perchè non rilassarsi sul divano e guardare un bel documentario su Scalese Channel ? Questo è datato Natale 2008 e da un consiglio molto interessante sulle partite che seguiranno in queste settimane. Quale? scopritelo qui! Forza Scalese
    Commenta ()
  • Le feste stanno giungendo al termine.. La febbre play off sale... Cresce l attesa per il match....

    Domani, MARTEDÌ 7, ore 20.45 - stadio Montelupo " Graziani "

    BASSA ESSECLUB - LO STRETTOIO PUB

    Commenta ()
  • Palazzetto dello sport Empoli.

    Commenta ()
  • ECCO IL LIVEBLOG PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI SU QUELLO CHE ACCADE NEL MONDO DEL CALCIO UISP

    INIZIA OGGI L'AVVENTURA DEL LIVEBLOG SUL CALCIO UISP EMPOLESE VALDELSA. NOTIZIE, FOTO, RACCONTI, INTERVISTE, LA DIRETTA DELLE GARE DURANTE LE FASI FINALI, UNO SPAZIO APERTO DOVE E SEGUIRE E COMMENTARE LE VICENDE DEL CALCIO NOSTRANO. PER INTERAGIRE CLICCATE SUL TASTO COMMENTA DA DESKTOP O SUL SIMBOLO DEL FUMETTO PER CHI ACCEDE DA MOBILE. OPPURE UTILIZZATE SU TWITTER E FACEBOOK L'HASHTAG #calciouisplive
    Commenta ()
  • QUARTI E SEMIFINALI:  SOLO UNA GARA AL GIORNO

    LE DESIGNAZIONI PER I PLAYOFF E
    I PLAYOUT, LE DATE DEI QUARTI E 
    GLI EVENTUALI ACCOPPIAMENTI
    : ECCO TUTTI I CAMBIAMENTI RIPSETTO ALLE PASSATE STAGIONI
    da Alessandro Marmugi

    Commenta ()
  • IL CALCIO UISP ENTRA NEL VIVO:DATE E ORARI DELLE GARE DI ANDATA DEI PLAYOFF DI A1
    In 8 si giocano accesso ai quarti di finale

    da Alessandro Marmugi



    Commenta ()
  • Una si prepara per i playoff, l'altra per i playout e allora quale migliore occasione per disputare un amichevole? È quello che hanno fatto Strettoio Pub e 4 Mori ieri sera nel segno del vero spirito amatoriale

    Commenta ()
  • Al centro il presidente della Usip Empolese Alessandro Scali 
    da Alessandro Marmugi

    CASO CASTELLANI, IL PRESIDENTE DELLA UISP RISPONDE ALL'ASSESSORE BIUZZI

     " ERAVAMO DISPOSITI A PAGARE, MA NON QUELLE CIFRE. NON DEVE ESSERE LA UISP AD ACCORDARSI CON CHI HA IN GESTIONE IL CAMPO. IGNORATO IL NOSTRO VALORE SOCIALE"


     "Il
    comunicato stampa dell’assessore allo Sport del Comune di Empoli Fabrizio
    Biuzzi, sulla vicenda della richiesta presentata dal Comitato UISP Empoli
    Valdelsa riguardo all’utilizzo del campo centrale dello Stadio Comunale “C.

    Castellani” per lo svolgimento delle finali dei tornei del campionato
    amatoriale di calcio a 11, mi spinge a fare alcune riflessioni.



    Come
    tutti gli anni - spiega Alessandro Scali - da quarant’anni a questa parte, il Comitato UISP Empoli
    Valdelsa ha chiesto al Comune di Empoli la facoltà di poter utilizzare il campo
    centrale dello Stadio “C.
    Castellani”. Forse l’Assessore Biuzzi ignora la
    storia di questo connubio, fatto di sfide storiche ed epocali (chi non ricorda
    le gesta del Bar Leontina e del Bar Azzurro, del Bar Stadio e del Bar Pallino),
    intrecciate con un ordito di passione e di sogni.
    Stiamo parlando di passione,
    quella per il gioco del pallone che, insieme al ciclismo, così tanto ha
    caratterizzato la storia e la cultura del nostro territorio.
    La passione che
    porta ogni fine settimana oltre 3.
    000 persone di ogni sesso ed età ad
    immergersi nel fango o a respirare la polvere dei campi di calcio a 5, a 7 ed a
    11 delle nostre periferie.
    E’ la passione di queste 3.000 persone che ogni
    anno, da quarant’anni, ha regalato al nostro territorio forse il campionato
    amatoriale di calcio a 11 più avvincente e seguito di tutta la penisola,
    animato e reso vivo da 65 squadre di calcio provenienti da tutti i comuni,
    spesso espressione di frazioni, circoli, parrocchie.
    E’ proprio quella
    passione, coltivata per oltre 900 partite ogni anno, svolta in presenza di
    qualsiasi condizione meteorologica, a dispetto di servizi spesso carenti o
    assenti (ah! la crisi economica! Ah! Il patto di stabilità!), che trova il suo
    nutrimento in un sogno, NEL SOGNO: quello di poter posare gli scarpini, almeno
    una volta nella vita, sullo stesso prato calcato dai campioni dei nostri sogni
    di ragazzi, gli stessi per i quali facciamo il tifo tutte le domeniche.



    E’
    innegabile che il Comune di Empoli, per utilizzare quel campo per una manciata
    di sere all’anno, per lungo tempo non ci ha chiesto niente.
    Un modo per
    riconoscere la valenza sportiva, ma anche sociale, dell’evento, che, nel giorno
    della finalissima del calcio a 11, radunava anche oltre 1.
    000 spettatori sulle
    tribune.
    Adesso i tempi sono certamente cambiati: i Comuni hanno esigenze di
    bilancio che venti anni fa non avevano.
    Ciò che prima si poteva fare, adesso
    non si può più.
    Lo sappiamo. Viviamo anche noi in questo mondo e abbiamo
    coscienza di come vanno le cose.
    Infatti abbiamo sempre pagato. SEMPRE. Tutto
    ciò che ci era stato richiesto, senza battere ciglio.
    Le regole esistono per
    essere rispettate.
    E’ importante che l’Assessore Biuzzi sappia che anche
    quest’anno avremmo pagato.
    Fermo restando che non avremmo ritenuto sbagliato
    che il Comune di Empoli avesse riconosciuto, attraverso una tariffa agevolata,
    il valore sociale, prima che sportivo, delle finali del campionato amatori
    della UISP Empoli Valdelsa, per le quali si muovono famiglie intere, spesso
    intere frazioni, per seguire l’amico, il marito, il fidanzato, il figlio…
    Prendiamo atto che ciò non è stato e che, per l’Amministrazione Comunale di
    Empoli, quelle serate hanno una valenza tutto sommato poco rilevante.
    Il
    problema però, semmai, è che noi non abbiamo preteso.
    Abbiamo chiesto. E alla
    nostra richiesta è stato risposto con una serie di SE e di MA.
    Non è un
    problema se il Comune di Empoli ci fa pagare 2.
    800 euro per tre (3) serate. E’
    un problema se il Comune di Empoli ci costringe “
    ad accordarsi preventivamente con l’Ass. Toscana Atletica Empoli per
    l’utilizzo degli spogliatoi del sottotribuna
    ” e “ad acquisire il parere positivo dell’Empoli FC per l’uso del campo”.
    Ci risulta, infatti, che lo stadio “Castellani” sia ancora di proprietà del
    Comune di Empoli, ed è questi che deve dire SI o NO.
    Se c’è da fare un
    passaggio con la Toscana Atletica Empoli e 
    l’Empoli FC (realtà con le quali, peraltro, il rapporto è ottimo), è il
    Comune che deve farlo, non l’UISP, che è solo il richiedente.
    All’Assessore è
    sfuggito il punto nodale della questione, che sta nel metodo adottato per la
    risposta alla nostra richiesta, non tanto nell’importo da pagare, che certo è
    comunque elevato.



    A
    questo riguardo, infine, ringrazio l’Assessore per il suggerimento della
    soluzione utile al recupero dei 2.
    800 euro necessari per utilizzare il
    “Castellani” per le finali suddette.
    Vorrei comunque rassicurarlo che il nostro
    Comitato non ne aveva alcun bisogno.
    Ricordo all’Assessore che il Comitato che
    mi onoro di presiedere da due anni ha fatto ben di più.
    Negli ultimi venti anni
    ha speso e sta spendendo qualcosa come 1.
    062.674,20 di euro in mutui e prestiti
    (certamente con la fidejussione del Comune, dato che l’immobile è di proprietà
    comunale) per ristrutturare il PalAramini, e che tutt’oggi, ogni anno, oltre a
    pagare 60.
    000 euro per un mutuo necessario all’ultima ristrutturazione, toglie
    dal suo bilancio circa 30.
    000 euro per garantirne la gestione. Lo facciamo
    perché ci consideriamo UN'ASSOCIAZIONE AL SERVIZIO DELLA COLLETTIVITA', e non
    un costo per essa, della quale NOI STESSI FACCIAMO PARTE.
    Noi non abbiamo MAI
    rappresentato un costo ma ci piace camminare con le nostre gambe, risolvere da
    soli i nostri problemi e non chiedere favori.
    A NESSUNO. Questo ci consente di
    essere indipendenti, di tenere la barra del timone fissa sulle nostre idee.

    Viviamo con le nostre risorse e non abbiamo bisogno di elemosine.
    Anzi, tanto
    ci sentiamo al servizio della collettività, che abbiamo deciso di regalare
    oltre 100.
    000 euro al Comune di Empoli per rifare la pista di atletica leggera.
    Sono soldi che vengono da Roma, da contratti nazionali, ma abbiamo fatto in
    modo che venissero a Empoli e non prendessero altre strade.
    Anche questo
    significa essere un’associazione nazionale.
    Bisognerebbe quindi che l’Assessore
    Biuzzi, prima di uscire con espressioni poco illuminate, tenesse ben di conto
    di questi aspetti, a meno che non li ritenga di scarso rilievo, il che ci
    costringerebbe a fare ben altre considerazioni.



    Sono
    4.
    426 gli empolesi che hanno scelto l’UISP per trascorrere le loro ore di sport
    e di movimento; il più piccolo è Cosimo, di quattro mesi, la più anziana Maria
    Rosa, che invece di primavere ne ha 93.
    Tra Cosimo e Maria Rosa ci sono altri
    4.
    424 cittadini empolesi impegnati in 22 discipline sportive, dalla canoa al
    calcio, dal golf alla ginnastica.
    Il compito di amministrare lo sport di un
    Comune importante come Empoli, è arduo, soprattutto in tempi di vacche magre
    come quelli che stiamo vivendo.
    Ad Empoli fanno sport con l’UISP  7.881 sportivi, 3.455 dei quali provengono da
    aree esterne al comune.
    Sono 7.881 cittadini che vengono ad Empoli, utilizzando
    per lo più impianti sportivi pubblici.
    Empoli ha dunque un ruolo centrale nel
    territorio, anche nell’ambito bistrattato dello sport.
    Lo sport, per dimensioni
    e caratteristiche del fenomeno, avrebbe bisogno di politiche di area che
    travalicano i singoli confini comunali.
    Ci siamo offerti e ci offriamo di dare
    una mano, di sostenere tutte le amministrazioni in questo difficile compito,
    per quanto sia possibile in rapporto alle nostre possibilità e competenze.
    Non
    è una questione di colore politico, ma di passione per una materia, quella
    sportiva, che per cinque anni ci vedrà dalla stessa parte della barricata.



    La
    collaborazione con le amministrazioni comunali dura in maniera proficua da quarant’anni,
    e se il nostro territorio è tra i più ricchi di tutta la penisola in quanto a
    varietà ed ampiezza dell’offerta sportiva, un po’ è sicuramente anche da attribuire
    a questa unità d’intenti.



    E’
    per questo che essere in qualche modo tacciati di aver fatto richieste che
    potrebbero gravare sulla cittadinanza, francamente amareggia e  ci lascia disorientati.





    Commenta ()
  • Un altra foto da Strettoio- 4 Mori

    Commenta ()
  • da Alessandro Marmugi

    80 SECONDI CON...DINO BIONDO

    L'allenatore del Malamantile e trionfatore in passato con il  Ponzano nel campionato amatoriale, fa un in bocca al lupo alla sua ex squadra e parla del "caso Castellani".

    Commenta ()
  • #Empoli #calciouisplive Qui dico la mia facebook.com/borgherini/pos… 2800 euro non sono troppi, ma servono regole certe. Universali.
  • È con grande gioia che annunciamo l'arrivo di una nuova componente nel Pitti Shoes. Ben Arrivata Sveva !!!
    Augurissimi a babbo e mamma!!!
    Commenta ()
  • Mercoledì 8 aprile 2015 ore 20.45 a montelupo gara d'andata play off
    fortuna vs LA SERRA
    TUTTI A MONTELUPO!!
    Commenta ()
  • FINALI AL CASTELLANI, LA REPLICA DELL'ASSESSORE ALLA UISP

     Calcio Uisp, Fabrizio Biuzzi: «Ecco quanto
    costa il ‘Castellani’ in notturna. Perché farlo pagare alla collettività?»


    L’assessore spiega le tariffe dello stadio:
    «Irrisorie rispetto a impianti simili in altre città d’Italia»

    da Alessandro Marmugi


    EMPOLI – Un’amministrazione comunale lavora per
    cercare di garantire i servizi essenziali a tutti i cittadini.
    La vita
    amministrativa degli enti locali è oggi caratterizzata e fortemente condizionata
    dalle numerose manovre finanziarie nazionali che hanno determinato misure
    destinate al contenimento della spesa pubblica, provocando importanti riduzioni
    delle risorse disponibili, da cui deriva la difficoltà di conciliare la volontà
    di garantire tutti i servizi già erogati ai cittadini con la necessità di
    mantenere l’equilibrio del bilancio comunale.

    I recenti provvedimenti normativi hanno
    predisposto nuovi tagli che per il Comune di Empoli si stimano in circa 1,2
    milioni di euro.
    Tale importo rappresenta il 4% circa della spesa corrente che
    dovrà necessariamente essere diminuito al fine di rispettare le disposizioni
    statali.
    Tutti i settori della macchina comunale sono stati interessati dalla
    razionalizzazione delle spese.
    Le casistiche di intervento sono state molteplici:
    dalle spese per carta, per noleggio fotocopiatrici, alla dismissione di
    automezzi non più idonei, alle spese per assicurazioni, per le utenze degli
    edifici di proprietà comunale.
     

    Anche lo sport, purtroppo, è stato uno dei
    settori oggetto di razionalizzazione.


    Razionalizzazione che passa anche attraverso la
    mancata possibilità da parte dell’ente di concedere strutture gratuitamente ocon forti agevolazioni perché accordare l’uso gratuito di una struttura significa farne accollare il costo a tutta la cittadinanza.

    Venendo ai numeri e alla questione del ‘Carlo
    Castellani’, richiesto dalla Lega Calcio Uisp per le finali dei campionati,
    solo accendere i riflettori dello stadio comunale per una partita in notturna
    costerebbe alla collettività 750 euro di energia elettrica.
    Ecco perché il
    Comune di Empoli prevede un rimborso da parte delle associazioni sportive che
    ne richiedono l’utilizzo, anziché accollarsi il costo scaricandone il peso di
    fatto sulla collettività.


    Per quanto riguarda l’esclusivo uso del campo da
    gioco, anche nelle ore diurne, il costo è di 150 euro; cifra irrisoria seconfrontata con gli stadi di pari capienza che troviamo in giro per l’Italia dove si può arrivare a spendere per il terreno di gioco per una singola partita, senza l’uso dell’impianto di illuminazione, dai 2.000 ai 4.000 euro. Ecco perché alla richiesta della Uisp il Comune
    non ha fatto altro che applicare le tariffe vigenti, rimaste invariate dal 2011.

    «Comprendo la difficoltà della Uisp nel sostenere
    il prezzo richiesto, ma credo che la forza di questo grande ente di promozione
    sportiva, sia proprio nei numeri.
    Se stiamo alle cifre riportate nella
    comunicazione apparsa sul loro bollettino ufficiale, al netto dei piccoli
    atleti, abbiamo tra dirigenti e sportivi soci, circa 3.
    170 persone. Il costo
    per l’uso del ‘Castellani’ per le tre serate delle finali Uisp (2800 euro)
    avrebbe significato la spesa di circa 90 centesimi di euro a testa.
    Spero
    comunque che le finali organizzate a Montelupo siano come sempre un bel momento
    di sport e di ritrovo per tutti gli appassionati.
    Sono sicuro che la passione e
    la professionalità dei tanti volontari Uisp riusciranno a renderle tali».



    Commenta ()
  • ⚽ Il calcio Uisp minuto per minuto - Liveblog... #news #calcio #soccer j.mp/1F5T6uC
  • Mi sembra incredibile che non si giochi al Castellani. I sacrifici di una stagione buttati al vento...è qui il calcio è solo passione
    Commenta ()
  • La finale è al Castellani. Punto è basta. Il calcio Uisp ha talmente valore sociale che il costo dell'impianto non può essere quello ordinario
    Commenta ()
  • Ciao a tutti! Grande idea questo blog. Ci voleva
    Commenta ()
  • Niente Castellani per le finali del calcio Uisp - Cronaca - il Tirreno

    il TirrenoConsiglio di Lega e Comune non trovano l'accordo per l'affitto dell'impianto. Probabile lo spostamento a Montelupo
    Commenta ()
  • Ecco l'ultimo bollettino diramato dalla Lega Calcio con orari e date dei match delle fasi finali, playout di A1 e playoff di serie Amatori

    Commenta ()
  • I ragazzi del 4 Mori mandano un grande in bocca al Lupo al compagno di squadra Lorenzo Arrighi che nell'ultimo weekend ha subito un brutto infortunio. VAMOS LUISITO!!

    Commenta ()
  • Si profila un clamoroso ritorno sulla panchina del Noi di Bassa

    Commenta ()
  • Calcio Uisp, i campioni in carica della Sesa fuori dai playoff - Sport - il Tirreno

    il TirrenoEcco gli ultimi verdetti: La Fonte batte il Corniola Emmetex e giocherà per il titolo. In serie Amatori grande festa in casa Stabbia
    Commenta ()
  • FACCE DA UISP

    Quando il gioco si fa duro... Noi si butta dentro!!!
    da A.S. Ponzano Calcio 1997 tramite Facebook



    Da
    sinistra Francesco Riva e Matteo Tinti i due protagonisti del weekend appena passato



    Commenta ()
  • Direttamente dal Tirreno ... Dopo Polimeni anche il CT azzurro sta pensando alla convocazione! Ringraziamo il grande Alessandro Marmugi per l'articolo

    Commenta ()
  • La Fonte ha un’arma in più per rincorrere i playoff - Sport - il Tirreno

    il TirrenoI castellani trascinati dalla velocità e dalle giocate dell’ivoriano Seydou Bamba ex talento del settore giovanile della Fiorentina e poi protagonista anche a Malta
    Commenta ()
  • Il Boccaccio brinda alla slavezza...CIN CIN!!!

    Commenta ()
  • CDP -Lo Strettoio FC > 1-1
    Marcatore ??? E che te lo dico a fare!!! Sempre LUI
    Da segnalare anche un palo di bomber petto🔝
    Lo Strettoio FC si piazza al 4 posto che garantisce l'accesso alle finali scudetto 🔝, il CDP chiude primo il girone .
    Ma questa volta le luci della ribalta sono tutti per lui 😱💪SEXIDEMOS💪😱 .
    Imperiale(!) prestazione a centrocampo , è dappertutto non sbaglia niente , spinge e copre ,anche i tifosi avversari (splendidi) gli riservano cori .

    Commenta ()
  • Panchine di lusso per il PItti Shoes Montaione

    Commenta ()
  • Selfie...mangereccio per la Polisportiva Certaldo post allenamento

    Commenta ()
  • BALCONEVISI...A TUTTO GAS!!
    da Alessandro Marmugi

    La squadra festeggia con un super carosello per le vie del paese la promozione in serie A2
    Commenta ()
Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform